Walnut
Walnut nel Gatto e nel Cane è utile in caso di difficoltà di adattamento a nuove circostanze e cambiamenti.
Walnut nel Gatto e nel Cane
Walnut nel Gatto e nel Cane

Non esiste fiore più generoso in questo senso.
Walnut nel Gatto e nel Cane è adatto in situazioni in cui l’animale è restio ad accogliere le novità come: cambiamento di ambiente, di cuccia, variazioni nella dieta, arrivo di nuovi ospiti ecc..

A livello fisico l’essenza floreare di Walnut è consigliata per tutti i cambiamenti biologici e ormonali; gravidanza, parto, nascita, svezzamento, dopo l’intervento di sterilizzazione.
Utile per animali che hanno subito un’ amputazione, oppure hanno perso un’ occhio, e devono imparare a convivere con una menomazione fisica o sensoriale.

Walnut nel Gatto e nel Cane

Walnut é anche un eccellente coagulante, può essere d’aiuto nelle emorragie. Si può applicare l’essenza pura direttamente sui tagli o imbibire una garza con alcune gocce di essenza precedentemente diluita in soluzione fisiologica, ad esempio in caso di epistassi. 
E’possibile anche assumerla per via orale.
L’essenza agisce in modo intelligente per cui non si deve temere una coagulazione arbitraria che possa generare trombi e successive embolie.
Si raccomanda comunque, visto l’importanza di una patologia come l’emorragia di rivolgersi sempre ad un bravo veterinario.

Walnut nel Gatto e nel Cane

Walnut (Juglans Regia) Fiore di Bach, è un protettore di ordine generico, il suo spettro d’azione è davvero molto ampio. 
I migliori risultati si ottengono abbinando Walnut ad altre essenze più specifiche valutate caso per caso. Abbiamo già visto come Walnut e Beech insieme siano d’aiuto quando l’animale sta per iniziare una terapia allopatica in cui siano previsti effetti collaterali.
Ricordiamo Walnut e Scleranthus nei casi di mal d’auto, mal di mare o mal d’aria.

Walnut nel Gatto e nel Cane aiuta decisamente a tagliare col passato ed anche affrontare una nuova vita.

Cristina Melotti
Naturopata

Walnut nel Gatto e nel Cane