ù


Tossine e Scorie Tossiche
OGNI GIORNO molti animali domestici assumono sostanze chimiche dannose che non vengono completamente eliminate dalle funzioni metaboliche... creando accumuli di scorie tossiche nel loro organismo.
Tossine e Scorie Tossiche
Tossine e Scorie Tossiche

Infatti si moltiplicano Tossine e Scorie Tossiche nel Gatto e nel Cane attraverso l'uso di mangime industriale, vaccini, farmaci, antiparassitari chimici.
Lo stato di SALUTE del Cane e del Gatto o di ogni altro animale, dipende in gran parte da quante tossine si sono accumulate in modo particolare: nella linfa, nel sangue e nel sistema nervoso... esattamente come avviene per l'uomo!
Per TOSSINE si intendono, sia i prodotti di rifiuto che si formano nei processi metabolici dell’organismo, che potremmo chiamare Tossine Endogene e sia batteri, virus, tossine alimentari, fattori di inquinamento ambientale, molecole farmacologiche, ossia Tossine Esogene.
Questi intrusi attaccano di continuo il nostro e il loro Sistema Immunitario provocando patologie di ogni genere, ma anche il Sistema Psicosomatico.
E' noto che lo stress psicofisico, sottrae energia vitale ostacolando l’organismo nell’espellere le tossine accumulate, infatti cervello e apparato gastrointestinale sono profondamente connessi dal punto di vista neurologico: lo stress, la paura, l'ansia, alterano le secrezioni acide dello stomaco e quelle basiche del tenue e tali modifiche del pH portano al proliferare di batteri dannosi. Inoltre lo stress influenza anche la motilità della muscolatura intestinale (peristalsi), provocandone iperfunzione (diarrea) o ipofunzione (stipsi). Sarebbe quindi opportuno valutare anche il possibile stato di stress in cui potrebbe vivere l'animale che si esprime e comunica con noi, attraverso quel linguaggio cosmico universale .....che è il linguaggio delle emozioni.

Tossine esogene ambientali
 Uso di cibi industriali, contenenti coloranti, conservanti, pesticidi, ormoni steroidei
 Uso indiscriminato di antiacidi, lassativi, antibiotici
 Utilizzo di corticosteroidi, estro progestinici 
 Trasfusioni di sangue: creano anticorpi a livello delle gamma globuline, e alterano il terreno biologico
 Vaccini: alterano il terreno biologico
 Radioterapia e chemioterapia 
 Insetticidi e antiparassitari: attraverso la pelle gli animali come l'uomo, assorbono tutto ciò che sulla stessa viene applicato
 Stress: traumi , paura e affaticamento generale
 Metalli pesanti: mercurio (contenuto nei vaccini e in alcuni pesci, e metalli pesanti delle scatolette di Pet Food)
 Alimentazione sbagliata, pochi cibi biodinamici e l'uso di cibi spazzatura con additivi chimici.

La FONTE principale di queste tossine è rappresentata dai prodotti intermedi del metabolismo della fase catabolica finale.
Queste tossine tendono a raggrupparsi in TESSUTI SPECIFICI, in particolare nelle vicinanze dei vasi sanguigni, delle articolazioni, dei legamenti, dei tessuti muscolari, delle ghiandole e del cervello. Sono spesso in grado di provocare irritazioni locali, infiammazioni e reazioni allergiche. 
In particolare quando diamo farmaci ed alimentiamo i nostri animali, noi possiamo decidere in che misura introdurre nel loro corpo, sostanze nocive alla loro salute.

NOI POSSIAMO SCEGLIERE per ottimizzare la qualità di vita del nostro compagno animale, se limitare al minimo indispensabile l'uso di sostanze chimiche farmacologiche e di preferire un'alimentazione naturale al Pet Food Industriale
Molti sono a conoscenza degli additivi alimentari usati nel Pet Food chimico, ma non hanno idea in che cosa consistono e dei danni che possono causare. Si sappia che le aziende agroalimentari, possono fare uso di tremila additivi alimentari chimici per: ripulire, conservare, sbiancare, colorare ammorbidire, amalgamare, aromatizzare gli alimenti. Questi ADDITIVI diventano tossine all'interno dell'organismo umano e animale. In un intestino indebolito i batteri sono più capaci di trasferirsi nel resto del corpo dell’animale producendo effetti gravi e deleteri. 
L'incidenza di molte nuove patologie e disturbi che colpisono cani e gatti e che hanno alla base una sovraesposizione alle tossine, sta avendo un aumento esponenziale tra gli animali domestici sottoposti a ripetuti trattamenti farmacologici e nutriti con cibo industriale.

Un elenco delle malattie collegate all'esposizione tossinica:
 Artrite
 Intolleranze
 Cancro
 Diabete
 Obesità
 Dermatite
 Gastrite
 Colite
 Cistite
 Insufficienza Renale
 Insufficienza Epatica
 Disturbi Cardiovascolari
 Gengiviti
 Allergie
 Patologie Autoimmnuni

Farine di scarti di carne e di cereali, sottoprodotti ed ossa sono ingredienti comuni nei pet food. Il termine "farina" significa che questi prodotti non vengono utilizzati freschi: sono riciclati !! I conservanti alimentari sintetici e gli agenti presenti negli alimenti inibiscono l'ossigeno e ritardano lo sviluppo di funghi e muffe, per aumentare la conservazione (shelf-life) dei prodotti. Ma dopo essere state consumate, queste tossine privano le cellule umane e animali, di ossigeno sottraendo le sostanze nutritive, portando così alla MUTAZIONE delle cellule diventando il terreno di coltura ideale per molte patologie che poi possono degenerare in cancro. Le cellule hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere e prosperare. Gli agenti antifungini e i conservanti artificiali soffocano i nutrienti a livello del DNA, privando le cellule mitocondriali di ossigeno.

Tossine e Scorie Tossiche

Ecco una piccola parte dei Killer-Cellulari presenti negli alimenti per animali: 
Agenti anticoagulanti, Lubrificanti, Agenti antimicrobici, Dolcificanti ipocalorici, Antiossidanti, Dolcificanti calorici, Coloranti, Agenti ossidanti, Agenti affumicanti, Agenti deidratanti, Emulsionanti, Agenti fissanti, Solventi, veicoli, Esaltatori di gusto, Aromatizzanti, Agenti per il trattamento delle farine, Agenti di finitura superficiali, Umidificatori, Lievitanti.

Tossine e Scorie Tossiche

Sia nell'uomo che negli animali, attraverso lo stomaco vengono assorbiti non solo i nutrienti principali, ma anche vitamine e minerali indispensabili alle funzioni biochimiche degli enzimi, che avvengono nell'organismo. Se l'efficienza intestinale non è al massimo della sua funzione, l’assimilazione di questi micronutrienti diventa problematica e gli enzimi non riescono a svolgere il loro compito. 
Inoltre la MUCOSA INTESTINALE può non essere del tutto impermeabile alle tossine, che riescono così a penetrare nel circolo ematico e da qui a diffondersi in ogni parte del corpo, aprendo la porta alle malattie. Se dunque, i prodotti di scarto vengono assorbiti, mentre le sostanze utili non sono assimilate a sufficienza, si crea la condizione per: disordini immunitari, malattie acute e processi cronici e degenerativi.
Alcune tossine, come quelle dei saccaromiceti intestinali, possono provocare direttamente IMMUNOSOPPRESSIONE e numerose specie di batteri nocivi aumentano la produzione di acidi biliari cancerogeni, quali l'acido litocolico. 
Invece una efficiente flora batterica simbiotica, è in grado di contrastare la proliferazione di microrganismi nocivi e di controllare il carico tossico intestinale. 
E' bene però tenere a mente che l'organismo, per quanto bene organizzato sia, non può certo fare miracoli. Se la quantità di tossine da trattare è eccessiva, la sua capacità depurativa si satura e tali sostanze ritornano nel circolo sanguigno con tutto il loro carico di pericolosità. L'alimentazione scorretta impedisce agli organi emuntori, di impegnarsi anche nella detossificazione dell'organismo, oltre che nella sintesi e nell'elaborazione dei nutrienti.

Ecco perchè la PREVENZIONE è essenziale !!

Grazia Foti
Naturopata

Tossine e Scorie Tossiche